Letture per la crescita personale #1

Chi mi conosce sa della mia passione per il personaggio letterario di Sherlock Holmes. Lo trovo una figura emblematica sul crocevia tra CRIMINOLOGIA, SCIENZE e PSICOLOGIA. Insomma, il riassunto maschile di quelle che sono le mie grandi passioni. Il metodo scientifico, la logica, la DEDUZIONE, l’osservazione, la capacità di MEDITARE (che non viene chiamata in tale modo ma è DI FATTO meditazione), sono temi a mio avviso affascinanti e che molto hanno a che spartire con la crescita personale. Non conoscevo questa autrice ma la quarta di copertina mi ha persuasa immediatamente. L’idea di analizzare i processi di pensiero dell’eroe del “Canone” attraverso la lente delle neuroscienze attuali e della psicologia cognitiva mi ha avvinta sin da subito.

Il testo non è particolarmente difficoltoso da affrontare, anche per chi non possiede competenze tecniche in ambito psicologico. E’ ricco di spunti, esempi e riflessioni  che possono essere proiettate sull’esperienza personale, invitano all’autoanalisi e costituiscono validi esercizi di consapevolezza.

L’edizione di Ponte alle Grazie è abbastanza economica, assestandosi intorno ai 15 euro e potete comodamente consultarlo anche in formato Kindle, reperibile su Amazon al seguente link:

https://www.amazon.it/s/ref=sr_nr_n_8?fst=as%3Aoff&rh=n%3A508794031%2Ck%3Amastermind&keywords=mastermind&ie=UTF8&qid=1501056283&rnid=1640607031

Se vi va condividete pure nei commenti i vostri feedback una volta ultimata la lettura, sarà un’ottimo argomento di confronto!

A presto con altri consigli di lettura per il self-help.